Opzioni terapeutiche all’avanguardia per il trattamento delle lesioni vascolari sul viso

Le lesioni vascolari della pelle, come la telangiectasia sul viso, sono macchie antiestetiche piuttosto comuni. Le donne considerano problematiche queste ectasie vascolari perché difficili da nascondere con il trucco, ma anche tra gli uomini si assiste a una crescente propensione a eliminare queste macchie finanziando il trattamento privatamente.
Per il trattamento dei sottili capillari superficiali, comuni sul viso, sono particolarmente adatti i laser QuadroStarPROYELLOW  e QuadroStarPROGREEN  (577 e 532 nm): infatti le loro speciali lunghezze d’onda vengono fortemente assorbite dall’emoglobina dei vasi sanguigni. La luce viene quindi convertita in calore, causando il deterioramento e quindi la scomparsa del vaso sanguigno. L’acqua contenuta nell’area circostante il capillare (il tessuto contiene un’elevata percentuale di acqua) non assorbe la luce verde o gialla, perciò la pelle intorno al vaso sanguigno resta intatta. I capillari vengono ‘cancellati’ immediatamente senza la formazione di antiestetica antiestetica porpora (eruzione cutanea rosso o violacea dovuta alla rottura dei vasi sanguigni). Inoltre, anche il rischio di cambiamenti di pigmentazione e cicatrici è molto basso.

Opzioni terapeutiche all’avanguardia per il trattamento delle lesioni vascolari sul corpo

Le vene delle gambe sono uno dei problemi estetici per cui questo trattamento viene richiesto più frequentemente; si tratta in questo caso di vasi ectasici grandi, che di norma si trovano più in profondità nella pelle e per i quali il grado di penetrazione della luce verde e gialla spesso non è sufficiente. È necessaria quindi una lunghezza d’onda che si collochi nel vicino infrarosso e con una potenza sufficientemente elevata. Il laser a diodo ad alta potenza della MeDioStar NeXT Family è provvisto di un manipolo speciale con uno spot più piccolo, sviluppato appositamente per il trattamento dei capillari.
Grazie alla penetrazione più in profondità della luce, i laser con lunghezze d’onda nell’intervallo degli infrarossi, come il laser a diodi MeDioStar, sono particolarmente adatti alla coagulazione delle vene delle gambe e ai capillari più piccoli del viso. Il sangue assorbe letteralmente la luce, al contrario dell’acqua nella pelle circostante: in questo modo si danneggiano efficacemente i vasi proteggendo al contempo la pelle.

Come funziona il trattamento

Per trattare le lesioni vascolari, il fascio di luce entra nella pelle e viene assorbito dall’emoglobina del sangue, causandone il surriscaldamento. Ciò porta ad un’infiammazione delle pareti interne del vaso che di conseguenza si avvicinano fino ad aderire. Il risultato è l’occlusione del vaso, per la quale può essere necessario più o meno tempo a seconda delle dimensioni (per i vasi più grandi serve più tempo, fino ad alcuni mesi per quelli profondi bluastri). Ogni fascio laser ha un certo colore (lunghezza d’onda). Per le piccole varicosità (teleangiectasiche), solitamente rosse e superficiali, sono più adatti i raggi laser gialli e verdi perché vengono maggiormente assorbiti dal sangue a fronte di basso assorbimento da parte dell’acqua. Dato che la pelle normale contiene principalmente acqua, la pelle non vascolarizzata rimane quasi fredde e, così, il rischio di danneggiare la pelle attorno ai vasi è molto basso. Per i vasi più larghi e profondi (bluastri), è più efficace il fascio laser infrarosso perché la sua luce penetra più in profondità.

Come verrà eseguito il trattamento?

Per i vasi più grandi sulle gambe (da trattare con il fascio laser infrarosso), per prima cosa viene raffreddata la pelle. Questo pre-raffreddamento è invece sconsigliato per i piccoli capillari rossi perché se raffreddati si contraggono, il sangue defluisce e non vi è assorbimento della luce: di conseguenza il trattamento fallirebbe. Quindi, il medico tratta l’area colpita con il fascio laser. Si avvertiranno delle leggere punturine a indicare che la terapia sta avendo effetto; solitamente non serve anestesia. La durata del trattamento dipende dalle dimensioni della lesione cutanea, ma solitamente bastano pochi minuti. Inoltre, sempre a seconda delle dimensioni, dopo il trattamento si potrebbero osservare arrossamenti e gonfiori e, in alcuni casi, anche la formazione di crosticine che non andranno toccate.

Quante sedute servono?

Nella maggior parte dei casi i risultati si avranno dopo un singolo trattamento, eseguito dopo un’attenta visita e una consultazione del proprio medico. Il secondo o il terzo trattamento dovrebbero essere eseguiti non prima di 6 settimane.

Che complicanze potrebbero verificarsi?

Nessuna terapia medica può escludere rischi. Solitamente questo trattamento laser ha complicanze minime, che vanno da cambiamenti di colore transitori (puntini chiari o scuri) nell’aera trattata per alcune settimane o mesi dopo il trattamento, alla formazione di crosticine (che solitamente guariscono senza lasciare cicatrici).

Asclepion Laser Technologies lavora a stretto contatto con i medici, cliniche e le università con l’obiettivo di migliorare continuamente le proprie tecnologie, valutandone l’efficacia e la sicurezza, nonché di migliorare l’aspetto applicativo. Studi clinici vengono continuamente preparati e realizzati in un ambiente controllato. Questo garantisce i migliori risultati possibili per gli utenti e, soprattutto, per i pazienti.

Successful treatment of facial vascular skin diseases with a 577-nm pro-yellow laser.
Mohamed EM, Mohamed Tawfik K, Hassan Ahmad W. J Cosmet Dermatol. 2019 Apr 29. doi: 10.1111/jocd.12963. [Epub ahead of print]

 

Treatment of erythematotelangiectatic rosacea, facial erythema, and facial telangiectasia with a 577-nm pro-yellow laser: a case series.
Kapicioglu Y, Sarac G, Cenk H. Lasers Med Sci. 2019 Feb;34(1):93-98. doi: 10.1007/s10103-018-2606-6. Epub 2018 Aug 10.

 

Treatment of superficial vascular lesions with the KTP 532-nm laser: experience with 647 patients.
Becher GL, Cameron H, Moseley H. Lasers Med Sci. 2014 Jan;29(1):267-71. doi: 10.1007/s10103-013-1330-5. Epub 2013 Apr 30.

 

Treatment of superficial cutaneous vascular lesions: experience with the KTP 532 nm laser
Clark C, Cameron H, Moseley H, Ferguson J, Ibbotson SH. Photobiology Unit, Department of Dermatology, Ninewells Hospital Medical School, University of Dundee, DD1 9SY, UK. Lasers Med Sci. 2004;19(1):1-5.

 

Comparison of the 532-nm KTP and 1064-nm Nd:YAG lasers for the treatment of cherry angiomas
Pancar GS, Aydin F, Senturk N, Bek Y, Canturk MT, Turanli AY. Department of Dermatology, Ondokuz Mayis University School of Medicine, Samsun, Turkey. J Cosmet Laser Ther. 2011 Aug;13(4):138-41. doi: 10.3109/14764172.2011.594058. Epub 2011

 

Acne rosacea: effectiveness of 532 nm laser on the cosmetic appearance of the skin
Maxwell EL, Ellis DA, Manis H. Art of Facial Surgery, Facial Plastic Reconstructive Surgery, Toronto, ON lindamaxwell22@hotmail.com. J Otolaryngol Head Neck Surg. 2010 Jun;39(3):292-6.

 

Treatment of spider leg veins with the KTP (532 nm) laser–a prospective study.
Spendel S, Prandl EC, Schintler MV, Siegl A, Wittgruber G, Hellbom B, Rappl T, Berghold A, Scharnagl E. Lasers Surg Med. 2002;31(3):194-201.

 

Diode laser for the treatment of telangiectasias following hemangioma involution.
Cerrati EW, O TM, Chung H, Waner M. Otolaryngol Head Neck Surg. 2015 Feb;152(2):239-43. doi: 10.1177/0194599814559192. Epub 2014 Dec 1.

 

The utilization of a new yellow light laser (578 nm) for the treatment of class I red telangiectasia of the lower extremities.
Sadick NS, Weiss R. Dermatol Surg. 2002 Jan;28(1):21-5.

 

Copper bromide laser treatment of facial telangiectasia: results of patients treated over five years.
McCoy SE. Lasers Surg Med. 1997;21(4):329-40.

 

An evaluation of the copper-bromide laser for treating telangiectasia.
McCoy S., Hanna M, Anderson P, McLennan G, Repacholi M. Dermatol Surg. 1996 Jun;22(6):551-7.

 

Laser therapy as an eminence in superficial small vessel removal
Laura Lasinger, MD, specialist of dermatovenerology, poster for 11th AMWC 2013 – 11th AntiAging Medicine World Congress, Montecarlo, April, 4th to 6th, 2013

 

Vascular Treatment with MeDioStar High Power Diode Laser from Asclepion Laser Technologies
MU Dr. Karolina Kykalova, Institute of Aesthetic Medicine, Prague, Czech Republic

 

Response of spider leg veins to pulsed diode laser (810 nm): a clinical, histological and remission spectroscopy study.
Wollina U, Konrad H, Schmidt WD, Haroske G, Astafeva LG, Fassler D. J Cosmet Laser Ther 2003;5:154-62

La terapia professionale

Con la sua vasta gamma di servizi, Asclepion si considera un partner competente per le pratiche dermatologicamente ed esteticamente orientato, Istituto e cliniche. Scegli ora il trattamento con la tecnologia laser più avanzata e scopri un nuovo mondo di professionalità e qualità.

PRODOTTI